Dalla rete

06.11.2011

Rivoluzione e-book:
una occasione da non perdere

Il nuovo formato epub3 come colonna portante di una rivoluzione digitale che sta investendo il settore dei libri.

Per i diffidenti forniamo subito qualche dato statistico e news di carattere internazionale:
- Amazon ha annunciato che vende più ebooks che libri su carta;
- secondo l'American Association of Publishers gli ebook rappresentano negli States il 6,4% di tutte le pubblicazioni, ne sono stati venduti 114 milioni nel 2010, ed il prestito di ebook alla New York Public Library è cresciuto di oltre l'80% negli ultimi dodici mesi;
- spuntano come funghi piattaforme di distribuzione di ebook online (ultima arrivata Hyperink con un investimento di 1,2 milioni di dollari).

E in Italia?
A Castel San Giovanni è apparso per magia uno dei 60 negozi più grandi al mondo di Amazon dove nei 25 mila metri quadrati di esposizione la novità assoluta sono gli ebook;
l'AIE (Associazione Italiana Editori) ha recentemente diffuso i dati del mercato italiano dei libri dove si legge che a fronte dei 3,4miliardi di euro il fatturato complessivo del mercato la fetta E-book ammonta a 1,5 milioni di euro di fatturato ovvero allo 0,04% del mercato e tutto ciò sicuramente anche a causa delle rarissime iniziative imprenditoriali in materia.
L'ebook dunque si scarica, si legge, si noleggia e si acquista sempre più spesso ma cone per qualsiasi tipo di innovazione in Italia si fa finta di niente (salvo qualche iniziativa degli attori internazionali).
Se infatti a livello internazionale colossi come Amazon, Barnes & Noble, Apple e Google sfornano novità quasi quotidianamente in tema intorno alle quali costruiscono business di varia natura in Italia rimane sottostimata quella che è, per prima cosa, una vera e propria rivoluzione dei costumi sociali.

La conversione di molti accaniti lettori di libri cartacei in lettori digitali è peraltro un fenomeno irreversibile dovuto a moltissime ragioni fra le quali:

  • è già stata emanata la legge per cui fra qualche anno nelle scuole non ci saranno più libri cartacei ma titoli elettronici;

  • le nuove generazioni, normative a parte, sono sempre più orientate verso il digitale e abbandonano la carta (basti pensare al distacco totale delle nuove generazioni dai quotidiani su carta);

  • il libro elettronico costa meno (e di questi tempi è un fattore importante);

  • il libro elettronico non occupa spazio.

Ma su cosa si basa tecnicamente questa rivoluzione sociale?
Essenzialmente su due piani tecnologici distinti, uno hardare e l'altro software ma ovviamente strettamente connessi fra di loro.
Da una parte vi è l'evoluzione degli e-reader ovvero di quelle specie di mini-tablet supportati da tecnologia e-ink (oppure e-paper) che ci consentono di leggere un libro elettronico senza affaticarsi gli occhi.
Il nook della B&N, oppure il nuovo fiammante kindle fire di Amazon o l'ultimissimo modello di Sony sono vere e proprie tavolette magiche dove da poco è approdato anche il colore (in alcuni modelli) e grazie alle quali è possibile leggere in maniera veramente comoda per i nostri occhi qualsiasi tipo di testo e sui quali e-reader è possibile immagazzinare migliaia e migliaia di titoli: in una tavoletta di pochi pollici si può trasportare un sapere veramente immenso e a portata di click.
Gli e-reader condividono con i tablet (i vari pad) quel contatto fisico da touch-screen, quasi intimo ed erotico, che ha conquistato eserciti di consumatori del digitale ma si differenziano dagli stessi per NON essere oggetti tuttofare ma pensati specificatamente per la lettura di un libro.

L'altra faccia della medaglia di questa vera e propria rivoluzione culturale di massa è rappresentata dal linguaggio con cui si possono scrivere i libri elettronici: l'epub ed in particolare l'emergente epub3.
L'epub è un curioso formato falsamente innovativo in quanto in definitiva è uno zip in cui vi è un intelligente miscuglio di file xml, xhtml e css.
La sua evoluzione epub3, al quale si sono adeguati tutte le major del digitale (Amazon compresa con il suo neonato Format 8 che sostituisce il Mobi 7), è l'insieme del tanto chiacchierato HTML5 con i CSS3.
EPUB3 = HTML5 + CSS3 è la formula magica all'essenza di questa rivoluzione e la spiegazione è presto detta.
Se l'HTML5 è il linguaggio emergente per il Web, per le applicazioni e per qualsiasi cosa che concerne con la comunicazione digitale grazie alle sue performanti capacità di organizzazione semantica dei contenuti, di sfruttamento delle tecnologie di geolocalizzazione e della possibilità di usufruire di informazioni e funzionalità anche offline (ovvero se temporaneamente disconnessi da internet), i css3 consentono una gestione della grafica molto più performante rispetto al precedente standard css2 fino ad arrivare a realizzare vere e proprie animazioni digitali.
Ovviamente per permettere tutto ciò di cui sopra illustrato sia HTML5 che CSS3 si appoggiano a javascript che infatti torna ad essere un linguaggio molto preso in considerazone dalla comunità di sviluppatori.

Se però le disquisizioni appena espresse - pur sintetizzate e semplificate all'ennesima potenza - sono materia da tecnici è facilmente intuiibile da tutti che non appena l'epub3 prenderà campo sugli ereader gli ebook diventeranno "un'altra cosa" regalandoci un'esperienza di lettura molto più interattiva e gradevole (sperimentazioni di questo tipo stanno già circolando: Apple ha appena distribuito 'Five Little Pumpkins' ovvero un cosiddetto iBook interattivo grazie alle nuove possibilità offerte dal linguaggio epub3).

L'altra faccia della medaglia di questa vera e propria rivoluzione culturale di massa è rappresentata dal linguaggio con cui si possono scrivere i libri elettronici: l'epub ed in particolare l'emergente epub3.

Ma ebook e ancor più ebook con epub3 non sono solo una rivoluzione di tipo culturale e sociale ma anche sotto il profilo economico e professionale.
Se infatti il libro era fatto da un autore, stampato e distribuito da un editore ora questo tipo di filiera può semplificarsi ma anche essere resa più performante dagli strumenti di comunicazione digitale.
Esistono innegabilmente esempi fortunati di autori che hanno fatto (quasi) tutto da sè ovvero non solo hanno scritto il libro ma composto il medesimo digitalmente come ebook e piazzanto su una piattaforma di distribuzione digitale vendendone migliaia ed in alcuni casi milioni di copie. Ciò nonostante le professionalità ed i know-how da mettere in campo sono diversi:

  • saper scrivere un libro;

  • saperlo comporrre efficamente in epub3;

  • saperlo distribuire attraverso una piattaforma di distribuzione online;

  • saperlo promuovere attraverso motori di ricerca e social network.

Si aprono dunque moltissime opportunità di lavoro per tutti coloro che sono sempre stati protagonisti della comunicazione digitale in Italia e nel mondo ed ovviamente il Gruppo Zenit non si tira indietro se c'è da realizzare una piattaforma di gestionale ebook, oppure editare un titolo secondo i nuovi canoni epub3 o ancora promuoverlo nei network della comunicazione digitale.

Autore: Enrico Bisenzi http://www.infoaccessibile.com

Uso dei cookies su www.gruppozenit.com

Cosa sono i cookies?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet.

Per ordinare prodotti su www.gruppozenit.com, è necessario che i cookies siano abilitati. Se non vuoi  accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella  maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati, in calce troverai le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookies sul tuo browser.

I cookies non sono dannosi per il tuo device. Nei cookies che generiamo, non conserviamo informazioni identificative personali quali ad esempio dettagli sulle carte di credito, ma usiamo informazioni criptate raccolte dagli stessi per migliorare la vostra permanenza sul sito. Per esempio, sono utili per identificare e risolvere errori, oppure per determinare prodotti correlati rilevanti da mostrare al visitatore durante la navigazione.

Ulteriori informazioni sui cookies le trovi sui siti : www.allaboutcookies.org e www.youronlinechoices.eu.

I cookies possono svolgere diverse funzioni, come ad esempio permettervi di navigare fra le varie pagine in modo efficiente, ricordando le vostre preferenze, e in generale possono migliorare la permanenza dell’utente.

Gruppo Zenit si riserva il diritto di utilizzare i cookies, con il consenso dell’utente ove la legge o i regolamenti applicabili così stabiliscano, per facilitare la  navigazione su questo sito e personalizzare le informazioni che appariranno. Gruppo Zenit si riserva inoltre il diritto di usare sistemi simili per raccogliere informazioni sugli utenti del sito, quali ad esempio indirizzo  IP, tipo di browser internet e sistema operativo utilizzato e/o pagine web visitate da un utente, per finalità statistiche o di sicurezza. Gruppo Zenit potrà raccogliere queste informazioni per tracciare l’utilizzo del sito e migliorarne determinati aspetti.

Di seguito vene riportata una breve illustrazione di come Gruppo Zenit utilizza i cookies e strumenti simili.

 

Cookies di navigazione

Questi cookies sono fondamentali per permettervi di muovervi all’interno del sito e per usare le sue funzionalità, quali ad esempio accedere alle aree riservate del sito internet. Senza questi cookies non possono essere forniti i servizi richiesti, come ad esempio il carrello acquisti o l’e-billing.

I cookies strettamente necessari sono utilizzati per memorizzare un identificatore univoco al fine di gestire e identificare l’utente in quanto unico rispetto agli altri utenti che in quel momento stanno visitando il sito, in modo da fornire all’utente un servizio coerente e preciso.

Alcuni esempi comprendono:

• Il ricordo di precedenti azioni (per esempio testo inserito) durante la navigazione a ritroso verso una pagina nella medesima sessione;

• Gestione e passaggio di token di sicurezza a differenti servizi all’interno di un sito internet per identificare lo status del visitatore (per esempio, registrato o non registrato);

• Mantenimento dei token per l’implementazione di aree riservate del sito internet;

• Instradamento dei  clienti verso specifiche versioni/applicazioni di un servizio, come potrebbe rendersi necessario durante una migrazione tecnica.;

 

Performance cookies

Questi cookies posso essere Gruppo Zenit o di partner, di sessione o persistenti, e il loro utilizzo è limitato alla performance e al miglioramento del sito internet.  Questi cookies raccolgono informazioni su come un visitatore usa il sito, quali ad esempio le pagine visitate.  Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l’utente.  Tutte le informazioni raccolte da questi cookies sono aggregate in forma anonima e sono utilizzate solo per migliorare la funzionalità del sito.

 

 

Alcuni esempi comprendono:

• Web Analytics, i dati raccolti sono limitati solamente all’utilizzo del sito internet da parte dell’operatore, per gestire la  performance e la struttura del sito.  Questi cookies possono essere cookies di parte terza, ma le informazioni saranno usate esclusivamente da chi si occupa della pubblicazione del sito internet visitato;

• Gestione degli errori — Misurazione degli errori che si presentano sul sito, solitamente questa funzione supporterà il miglioramento dei servizi o la gestione dei reclami e sarà generalmente strettamente legata all’analitica web;

• Testare differenti strutture delle pagine del sito — Test sulle variazioni della struttura, usando solitamente test  A/B o multivariabili, per assicurare che nelle sessioni correnti e successive venga conservato un aspetto coerente per l’utente del sito.

 

Cookies funzionali

Questi cookies possono essere di Gruppo Zenit o di partner, avere durata di sessione o persistenti. Questi cookies solitamente sono conseguenti ad un’azione dell’utente, ma possono essere implementati anche nella fornitura di un servizio non esplicitamente richiesto ma offerto all’utente. Possono essere utilizzati anche per evitare che si offra di nuovo a quel dato utente un servizio in precedenza offerto e rifiutato. Inoltre, questi  cookies permettono ai sito di ricordare le scelte dell’utente (quali ad esempio nome utente, lingua, paese di origine, etc...).  Le informazioni raccolte da questi cookies sono anonime e non possono tracciare il comportamento dell’utente su altri siti.

Alcuni esempi comprendono:

• ricordare le impostazioni che un utente ha applicato a un sito internet quali ad esempio  layout, dimensione del font, preferenze, colore etc;

• ricordare una scelta di modo che non venga più richiesta la compilazione di un questionario.

• rilevare se un servizio è già stato offerto, quale ad esempio offerta di un tutorial per visite successive del sito internet;

• Fornire informazioni in modo da permettere il funzionamento di un servizio opzionale quale ad esempio l’offerta di una sessione in live chat.

• Adempimento di una richiesta dell’utente quale ad esempio presentazione di un commento.

 

Cookie di terze parti per marketing/retargeting

Questi cookie sono utilizzati da partner di Gruppo Zenit, al fine di presentarti dei banner pubblicitari di Gruppo Zenit quando ti trovi in altri siti, mostrandoti gli ultimi prodotti che hai guardato su www.gruppozenit.com . Mentre navighi su www.gruppozenit.com , questi cookie sono utilizzati anche per mostrarti prodotti che potrebbero interessarti o simili a quelli che hai guardato in precedenza, basandosi sulla tua cronologia di navigazione. L'uso di questi cookie non implica il trattamento di dati personali, ma può permettere la connessione al tuo computer o ad altri dispositivi e rintracciare i dati salvati: questi cookie si connettono al browser installato sul tuo computer o su altri dispositivi utilizzati durante la navigazione sul nostro sito.

 

Come posso disabilitare i cookies?

La maggior parte dei browser accettano i cookies automaticamente, ma potete anche scegliere di non accettarli. Si consiglia di non disabilitare questa funzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all’altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito.

Se non desiderate che il vostro computer riceva e memorizzi cookies, potete modificare le impostazioni di sicurezza del vostro browser (Internet Explorer, Google Chrome, Safari etc.). In ogni caso, si noti che determinate parti del nostro  Sito possono essere utilizzate nella loro pienezza solo se il vostro  browser accetta i cookies; in caso contrario, non sarete in grado di aggiungere prodotti al vostro carrello ed acquistarli (per esempio). Di conseguenza, la vostra scelta di rimuovere e non accettare cookies potrà influenzare negativamente la vostra permanenza sul nostro Sito.

Se desiderate modificare le impostazioni dei vostri cookies, entrando nelle impostazioni dei vari browser, di seguito si riportano brevi istruzioni su come effettuare questa operazione nei quattro browser più diffusi:

Microsoft Internet Explorer

Cliccare l’icona 'Strumenti' nell’angolo in alto a destra e selezionare 'Opzioni internet'. Nella finestra pop up selezionare  'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Google Chrome

Cliccare la chiave inglese nell’angolo  in alto a destra e selezionare  'Impostazioni'. A questo punto selezionare 'Mostra impostazioni avanzate’ (“Under the hood'”) e cambiare le impostazioni della 'Privacy'.

Mozilla Firefox

Dal menu a tendina nell’angolo in alto a sinistra selezionare 'Opzioni'. Nella finestra di pop up selezionare  'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Safari

Dal menu di impostazione a tendina nell’angolo in alto a destra selezionare  'Preferenze'. Selezionare  'Sicurezza' e  qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Per saperne di più riguardo ai cookie e come gestire o disabilitare quelli di terze parti o di marketing/retargeting, visita www.youronlinechoices.com.

Per disabilitare i cookie analitici e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla tua navigazione, puoi scaricare il Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.