Dalla rete

06.11.2011

privacy-usabilità-marketing: dove sta il giusto equilibrio?

E se provassimo a cambiare il modo di approccio al problema privacy in Rete?

La privacy relativa alle navigazioni web viene spesso affrontata in maniera molto naif, come se esistessere entità occulte desiderose di conoscere i nostri più intimi segreti.
Se quella di cui sopra è una visione ingenua ed ansiosa dell'utente finale, il reale cacciatore di informazioni personali - ovvero la major digitale che sfrutta il Web per ragioni commerciali - ha ugualmente un approccio molte volte sbagliato imponendo delle pratiche di monitoraggio dati esageratamente invasive.


Sgombriamo per prima cosa il campo dalle inensate paure.
Non esiste nessun servizio segreto occulto che è all'opera per raccogliere informazioni personali su tutti i cittadini digitali del mondo (casomai lo fanno in maniera mirata al momento opportuno e su obiettivi ben specifici...).
Esiste invece un esercito di companies che pensano di trarre enormi benefici nel tracciare le attività degli utenti finali sul Web.

Un'idea di come oramai le nostre navigazioni Web siano infarcite di strumentini vari capaci di studiarci a livello di comportamento pro-marketing si può avere andando a vedere i numerosi software di tracking che oramai avvolgono le nostre attività.
A cominciare da Google Analytics per poi scivolare su strumenti ancora più raffinati come MouseFlow, ClickTale o userfly oramai è possibile sapere tutto, ma proprio tutto su come - letteralmente - si muove l'utente finale su un sito web riuscendo appunto a ricostruire anche i movimenti del mouse!
Che dire poi della potenzialità di tracciamento degli smartphone che sono in grado di geolocalizzare la nostra posizione e sfruttarla commercialmente a dovere.

E' possibile simulare questo tipo di attività di tracciamento individuale utilizzando numerosi software-denuncia realizzati da svariati sviluppatori che, ovviamente, per primi si sono accorti di questo asfissiante monitoraggio: Collusion, Ghostery, Google Alarm e iPhone Tracker sono tutti lì a dimostrarci come i dati delle nostre geolocalizzazioni ed attività sul Web sono costantemente monitorate dalle major del digitale come ad esempio Google oppure Apple (giusto per fare due nomi fra i più conosciuti ed attivi in questo settore).

Come mai tutto questo interesse è presto detto in quanto la nostra posizione geografica ed ancor più la nostra attività di comunicazione digitale concorre a realizzare un profilo rispetto al quale si attivano procedure di attività contestuale.
L'esempio più semplice di pubblicità contestuale che si può citare e facilmente verificabile è quando digitiamo su una webmail delle parole chiave evidentemente di interesse commerciale e si attivano dei banner promozionali corrispondenti (provare per credere).

Il desiderio di profilare gli utenti è poi così forte che sempre più spesso siamo invitati ed indotti a navigare sul Web non come utenza generica ma dopo apposito login su determinate piattaoforme che poi semplificano la nostra comunicazione digitale soprattutto a livello di comunicazione interpersonal (ad esempio come succede con Facebook). In ogni caso vengono utilizzati dei dati testuali denominati cookies per ricostruire le attività svolte in un passato più o meno remoto.

Ricapitolando geolocalizzazione (magari anche attraverso l'individuazione dell'IP in mancanza di meglio), cookies e login sono i tre strumenti principali per profilarci da un punto di vista commerciale e quindi confezionare intorno alle nostre attività digitali una serie di offerte promozionali su misura.

All'utente meno pigro che intende difendere la propria privacy o meglio offrire meno dati possibili per la sua profilazione commerciale non rimane altro che limitare le sessioni di login, conservare il meno possibile i cookies e limitare le attività basate su dispositivi geo-localizzanti: una battaglia evidentemente di tipo resistenziale e persa in partenza in quanto la comodità di alcune procedure prevale sull'istinto di difesa della propria privacy (spesso e volentieri poi l'utente finale eccede volentieri in pratiche di esibizionismo dati personali piuttosto che sulla loro difesa ad oltranza).

E' un altro invece il fronte - culturale - sul quale si potrebbe cercare di fare qualcosa ed è quello nel convincere le major che sono su una strada sbagliata ovvero che l'assunto sul quale si basano le loro pratiche di monitoraggio è fondamentalmente sbagliato.
Raccogliere quantità enormi di profilazioni commerciali realtivamente a login, cookies e dispositivi sul lungo termine (temporale) è una attività che non ha solide ragioni scientifiche in termini di profilazioni personali. Cerchiamo di spiegarci meglio...

Un dispositivo, un browser ma anche un login non è spesso di uso esclusivo di una persona, capita frequentemente che un qualsiasi tipo di accesso alla Rete sia condiviso, prestato, rubato e che dunque il rilevamento dati faccia riferimento ad attività svolte da più persone.

Il computer dell'ufficio non è forse utilizzato da un collega spesso e volentieri? E il desktop di casa non è forse utilizzato da familiari ed ospiti magari occasionali? E il netbook da trasporto o anche lo smartphone 'da passeggio' non lo prestiamo magari per intrattenere la prole troppo esuberante o magari l'amico o il partner che ha finito la batteria o il credito?

Non solo, anche quando il dispositivo è utilizzato da una sola persona magari gelosa delle proprie 'cose' non è questa stessa persona a calarsi in identità fra le più disparate per gioco, lavoro o altro?
Pensate a Pippo che utilizza il proprio dispositivo per motivi di lavoro comportandosi in una determinata maniera ed in un determinato settore informativo, poi magari cambia drasticamente pelle perchè si cala nei panni di un cliente per il quale deve svolgere determinate analisi o si 'veste' di altri panni ancora semplicemente per gioco e piacere personale.

La conclusione di questo ragionamento è che proprio perchè la comunicazione digitale sta diventando per tutti noi sempre più prioritaria in tutte le nostre più disparate attività, la sua articolazione nel tempo concorre a profilarci in maniera sempre meno precisa e ben definibile e che quindi una limitazione al nostro monitoraggio dati sta diventando interesse (anche economico) delle stesse major sempre più compulsivamente profilanti.

Il giusto equilibrio potrebbe risultare nella profilazione dati di sessioni temporalmente definite (anche solo di poche ore di attività) e nell'attivazione di promozioni e pubblicità contestuali che risulterebbero nel caso assolutamente ben più aderenti all'utente che si vuole mettere al centro di un qualsiasi messaggio promozionale.

E-Zenit che da decenni si muove nell'ambito della comunicazione digitale e della relativa pubblicità contestuale sperimenta soluzioni a riguardo ma anche non si tira indietro rispetto alla necessità di istruire un dibattito fra gli addetti ai lavori su un tema sempre più strategico.

Autore: Enrico Bisenzi http://www.infoaccessibile.com

Uso dei cookies su www.gruppozenit.com

Cosa sono i cookies?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet.

Per ordinare prodotti su www.gruppozenit.com, è necessario che i cookies siano abilitati. Se non vuoi  accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella  maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati, in calce troverai le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookies sul tuo browser.

I cookies non sono dannosi per il tuo device. Nei cookies che generiamo, non conserviamo informazioni identificative personali quali ad esempio dettagli sulle carte di credito, ma usiamo informazioni criptate raccolte dagli stessi per migliorare la vostra permanenza sul sito. Per esempio, sono utili per identificare e risolvere errori, oppure per determinare prodotti correlati rilevanti da mostrare al visitatore durante la navigazione.

Ulteriori informazioni sui cookies le trovi sui siti : www.allaboutcookies.org e www.youronlinechoices.eu.

I cookies possono svolgere diverse funzioni, come ad esempio permettervi di navigare fra le varie pagine in modo efficiente, ricordando le vostre preferenze, e in generale possono migliorare la permanenza dell’utente.

Gruppo Zenit si riserva il diritto di utilizzare i cookies, con il consenso dell’utente ove la legge o i regolamenti applicabili così stabiliscano, per facilitare la  navigazione su questo sito e personalizzare le informazioni che appariranno. Gruppo Zenit si riserva inoltre il diritto di usare sistemi simili per raccogliere informazioni sugli utenti del sito, quali ad esempio indirizzo  IP, tipo di browser internet e sistema operativo utilizzato e/o pagine web visitate da un utente, per finalità statistiche o di sicurezza. Gruppo Zenit potrà raccogliere queste informazioni per tracciare l’utilizzo del sito e migliorarne determinati aspetti.

Di seguito vene riportata una breve illustrazione di come Gruppo Zenit utilizza i cookies e strumenti simili.

 

Cookies di navigazione

Questi cookies sono fondamentali per permettervi di muovervi all’interno del sito e per usare le sue funzionalità, quali ad esempio accedere alle aree riservate del sito internet. Senza questi cookies non possono essere forniti i servizi richiesti, come ad esempio il carrello acquisti o l’e-billing.

I cookies strettamente necessari sono utilizzati per memorizzare un identificatore univoco al fine di gestire e identificare l’utente in quanto unico rispetto agli altri utenti che in quel momento stanno visitando il sito, in modo da fornire all’utente un servizio coerente e preciso.

Alcuni esempi comprendono:

• Il ricordo di precedenti azioni (per esempio testo inserito) durante la navigazione a ritroso verso una pagina nella medesima sessione;

• Gestione e passaggio di token di sicurezza a differenti servizi all’interno di un sito internet per identificare lo status del visitatore (per esempio, registrato o non registrato);

• Mantenimento dei token per l’implementazione di aree riservate del sito internet;

• Instradamento dei  clienti verso specifiche versioni/applicazioni di un servizio, come potrebbe rendersi necessario durante una migrazione tecnica.;

 

Performance cookies

Questi cookies posso essere Gruppo Zenit o di partner, di sessione o persistenti, e il loro utilizzo è limitato alla performance e al miglioramento del sito internet.  Questi cookies raccolgono informazioni su come un visitatore usa il sito, quali ad esempio le pagine visitate.  Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l’utente.  Tutte le informazioni raccolte da questi cookies sono aggregate in forma anonima e sono utilizzate solo per migliorare la funzionalità del sito.

 

 

Alcuni esempi comprendono:

• Web Analytics, i dati raccolti sono limitati solamente all’utilizzo del sito internet da parte dell’operatore, per gestire la  performance e la struttura del sito.  Questi cookies possono essere cookies di parte terza, ma le informazioni saranno usate esclusivamente da chi si occupa della pubblicazione del sito internet visitato;

• Gestione degli errori — Misurazione degli errori che si presentano sul sito, solitamente questa funzione supporterà il miglioramento dei servizi o la gestione dei reclami e sarà generalmente strettamente legata all’analitica web;

• Testare differenti strutture delle pagine del sito — Test sulle variazioni della struttura, usando solitamente test  A/B o multivariabili, per assicurare che nelle sessioni correnti e successive venga conservato un aspetto coerente per l’utente del sito.

 

Cookies funzionali

Questi cookies possono essere di Gruppo Zenit o di partner, avere durata di sessione o persistenti. Questi cookies solitamente sono conseguenti ad un’azione dell’utente, ma possono essere implementati anche nella fornitura di un servizio non esplicitamente richiesto ma offerto all’utente. Possono essere utilizzati anche per evitare che si offra di nuovo a quel dato utente un servizio in precedenza offerto e rifiutato. Inoltre, questi  cookies permettono ai sito di ricordare le scelte dell’utente (quali ad esempio nome utente, lingua, paese di origine, etc...).  Le informazioni raccolte da questi cookies sono anonime e non possono tracciare il comportamento dell’utente su altri siti.

Alcuni esempi comprendono:

• ricordare le impostazioni che un utente ha applicato a un sito internet quali ad esempio  layout, dimensione del font, preferenze, colore etc;

• ricordare una scelta di modo che non venga più richiesta la compilazione di un questionario.

• rilevare se un servizio è già stato offerto, quale ad esempio offerta di un tutorial per visite successive del sito internet;

• Fornire informazioni in modo da permettere il funzionamento di un servizio opzionale quale ad esempio l’offerta di una sessione in live chat.

• Adempimento di una richiesta dell’utente quale ad esempio presentazione di un commento.

 

Cookie di terze parti per marketing/retargeting

Questi cookie sono utilizzati da partner di Gruppo Zenit, al fine di presentarti dei banner pubblicitari di Gruppo Zenit quando ti trovi in altri siti, mostrandoti gli ultimi prodotti che hai guardato su www.gruppozenit.com . Mentre navighi su www.gruppozenit.com , questi cookie sono utilizzati anche per mostrarti prodotti che potrebbero interessarti o simili a quelli che hai guardato in precedenza, basandosi sulla tua cronologia di navigazione. L'uso di questi cookie non implica il trattamento di dati personali, ma può permettere la connessione al tuo computer o ad altri dispositivi e rintracciare i dati salvati: questi cookie si connettono al browser installato sul tuo computer o su altri dispositivi utilizzati durante la navigazione sul nostro sito.

 

Come posso disabilitare i cookies?

La maggior parte dei browser accettano i cookies automaticamente, ma potete anche scegliere di non accettarli. Si consiglia di non disabilitare questa funzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all’altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito.

Se non desiderate che il vostro computer riceva e memorizzi cookies, potete modificare le impostazioni di sicurezza del vostro browser (Internet Explorer, Google Chrome, Safari etc.). In ogni caso, si noti che determinate parti del nostro  Sito possono essere utilizzate nella loro pienezza solo se il vostro  browser accetta i cookies; in caso contrario, non sarete in grado di aggiungere prodotti al vostro carrello ed acquistarli (per esempio). Di conseguenza, la vostra scelta di rimuovere e non accettare cookies potrà influenzare negativamente la vostra permanenza sul nostro Sito.

Se desiderate modificare le impostazioni dei vostri cookies, entrando nelle impostazioni dei vari browser, di seguito si riportano brevi istruzioni su come effettuare questa operazione nei quattro browser più diffusi:

Microsoft Internet Explorer

Cliccare l’icona 'Strumenti' nell’angolo in alto a destra e selezionare 'Opzioni internet'. Nella finestra pop up selezionare  'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Google Chrome

Cliccare la chiave inglese nell’angolo  in alto a destra e selezionare  'Impostazioni'. A questo punto selezionare 'Mostra impostazioni avanzate’ (“Under the hood'”) e cambiare le impostazioni della 'Privacy'.

Mozilla Firefox

Dal menu a tendina nell’angolo in alto a sinistra selezionare 'Opzioni'. Nella finestra di pop up selezionare  'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Safari

Dal menu di impostazione a tendina nell’angolo in alto a destra selezionare  'Preferenze'. Selezionare  'Sicurezza' e  qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Per saperne di più riguardo ai cookie e come gestire o disabilitare quelli di terze parti o di marketing/retargeting, visita www.youronlinechoices.com.

Per disabilitare i cookie analitici e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla tua navigazione, puoi scaricare il Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.