Dalla rete

17.01.2012

L'interfaccia come strumento e confine dell'agire digitale

Seguire e capire l'evoluzione delle interfacce è indispensabile per chi deve cercare di adattare le proprie scelte di design all'insegna della funzionalità ma anche dell'apprezzabilità dell'utenza finale.

Le interfacce dei più comuni strumenti digitali evolvono disegnando le nostre opportunità ma anche i nostri limiti alla comunicazione digitale. Pensate ad esempio a come stanno evolvendo e come si stanno diffondendo i nuovi dispositivi tecnologici: e-reader, tablet e smartphone riempiono sempre più le nostre tasche ed i nostri occhi.
Da una situazione di pochi anni fà in cui un esercito di desktop e qualche dispositivo portatile accedevano al Web, e alla comunicazione digitale più in generale, si sta rapidamente passando ad un accesso al Web sempre più variegato in cui a desktop ed a portatili si affiancano smartphone, ereader, tablet, internet TV e chi più ne ha più ne metta.
Tutto ciò significa che si stanno affacciando nuovi formati e nuove tipologie di fruizione (=modalità di esperienze) del digitale con le quali bisogna necessariamente /fare i conti/.

Se dunque ci stiamo ubriacando con nuove terminologie e frontiere del digitale quali geolocalizzazione, realtà aumentata, HTML5, EPUB3 e quant'altro dobbiamo per prima cosa sgombrare il campo da qualche equivoco: per un'azienda od ente che necessariamente deve basare la propria comunicazione sul digitale (oramai imprescendibile da qualsiasi strategia di marketing o comunicazione che voglia riteneresi credibile) non sarà possibile fare TUTTO ma le scelte dovranno - regola generale sempre valida - essere calibrate rispetto al proprio target di utenza e ai propri obiettivi comunicativi.
Detto ciò non si potrà più banalizzare la progettazione di una qualsivoglia campagna di comunicazione digitale ad un sito Web di tipo generico e magari ben performante solo su computer di tipo desktop!
Il design della propria /comunicativa/ dovrà necessariamente adattarsi ad un mondo di interfacce *che cambia* e di cui, ripeto, bisogna necessariamente tenerne conto.

Pensate ad esempio anche solo ai nuovi dispositivi touchscreen: la modalità di accesso e fruizione tramite /touch/ dei tanti dispositivi smartphone e tablet in circolazione è sicuramente una modalità molto gradita dal pubblico che viene ad usufruire dell'informazione e della comunicazione digitale in maniera diretta ed intima e quasi sensuale: toccando ed interagendo direttamente con l'informazione digitale stessa. Tutto ciò però se comporta un innalzamento del livello di apprezzamento dell'esperienza digitale da parte dell'utenza finale, comporta anche qualche piccolo svantaggio e sicuramente delle necessità di adattamento di design.
Il livello di consapevolezza e fruizione di una pagina Web, ad esempio, sicuramente si abbassa se si pensa anche solo alla possibilità (attualmente persa) di poter accedere facilmente al codice sorgente della medesima o al venir meno delle numerose funzioni abbinate alle scorciatoie da tastiera o al click destro del mouse.
Contemporaneamente il design di una pagina Web per dispositivo mobile e magari touch deve essere necessariamente ripensato tenendo presente sia delle necessità di un dispositivo touch (rimodulare gli eventi mouse rispetto agli eventi touch, ristudiare gli spazi e la disposizione fra collegamenti-link per agevolare una selezione specifica dei medesimi tramite modalità touch, risoluzione e corredo tecnologico ridotto) sia rispetto alle presunte condizioni di utilizzo del medesimo dispositivo (ridotta visibilità, connettività ridotta, tempo ridotto a disposizione per fruire dell'informazione...).
Colori, presenza o meno di oggetti flash, disposizione ed accesso ai link, interfaccia più o meno semplificata non potranno essere gli stessi se si devi distinguere fra un'esperienza di un sito Web da computer desktop e da dispositivo portatile ed addirittura si potrà arrivare ad uscire dall'ambito Web qualora la nostra comunicazione digitale si presuma sposarsi meglio con soluzione di tipo app (magari per Android o per iPad).

I contenuti dovranno poi essere ridotti all'osso (140 caratteri) ma cadenzati-diffusi quanto meno quotidianamente se magari individuiamo in Twitter il nostro canale di comunicazione adatto ai nostri scopi od avere inevitabilmente una vita sociale ancor più virale ed attiva se invece propendiamo per Facebook.

Se viceversa pensiamo che un instant-book possa essere la soluzione migliore allora sarà di nuovo la comunicazione Web a venirci incontro declinata in versione ebook per i sempre più numerosi ereader in circolazione e magari nella sua versione di emergente avanguardia del formato-standard epub3 che permette di includere contenuti multimediali fra i più svariati da quelli audio, video, formule matematiche in forma interattiva che ci fanno toccare e spostare all'infinito una funzione matematica (per vedere l'effetto che fà avrebbe detto Jannacci...), godere di un video che meglio illustra un determinato argomento trattato a livello testuale, ascoltare un audio relativamente ad un testo evidenziato in scorrimento o usufruire della traduzione di un testo testo in lingua straniera.

L'esperienza da prospettare all'utente finale potrebbe essere non necessariamente uno spazio ridotto di visione ma paradossalmente più ampio di uno schermo desktop se si pensa ad una video-proiezione o all'emergente fruizione del Web tramite Internet Tv che di nuovo hanno particolari corredi tecnologici (i modelli più diffusi non prevedono anch'essi l'interpetazione del linguaggio flash) e risoluzioni ben specifiche.
Lo spazio salotto-studio sta diventando uno spazio sempre più pervaso dalla comunicazione Web sia per l'evoluzione delle (internet)TV sia per l'interazione con le consolle di videogiochi i quali con altrettante specifiche esigenze si connettono sempre più facilmente e sempre più spesso al Web.

Le consolle-videogiochi poi ci offrono lo spunto per fantasticare ulteriormente su come si stanno evolvendo le interfacce di fruizione del digitale a cominciare dalla diffusione del modello-kinect che vede l'utente addirittura affrancarsi da qualsivoglia dispositivo tecnologico fisico e delegare l'interazione con il computer al solo utilizzo della propria gestualità e della propria voce.
La frontiera della voce è una frontiera oramai ben battuta da alcune major del digitale come Google per Android o Apple con la tecnologia SIRI e soprattutto per quanto riguarda i dispositivi mobili (ma non solo) ci sarà molto da riflettere sulle oportunità di interazione via voce del Web e degli altri ambiti della comunicazione digitale. Ma se la voce è oramai un terreno che va oltre l'ambito della sperimentazione sono le evoluzioni /alla kinect/ che più possono impressionare la nostra fantasia dato che oramai esistono prototipi di videoproiettori che fanno diventare qualsiasi oggetto a nostra disposizione - compreso il nostro stesso corpo - delle vere e proprie interfacce interattive consentendoci, ad esempio, di utilizzare, chessò una banana o il nostro stesso avambraccio come tastiera per telefonare a qualcuno!?!

Tornando con i piedi per terra e dovendo aspettare ancora qualche anno per vedere questo tipo di applicazioni non dovremmo però continuare a snobbare le possibilità comunicative della realtà aumentata per cui la realtà fisica che ci circonda viene mediata ed arricchita dai nostri smartphone i quali ad esempio, sono in grado di comunicarci già adesso (magari attraverso modalità di geolocalizzazione avanzata) quale ristorante si trova vicino a noi, quale la storia o galleria fotografica del monumento attingendo dalle varie piattaforme social o wiki (youtube, twitter, wikipedia, flicker, ecc.) collegate alla applicazione di realtà aumentata che stiamo utilizzando.

Partendo dunque dalle finalità comunicative e dal target di riferimento di un qualsivoglia business-plan non si può più prescindere dalle mutevoli rappresentazioni della comunicazione digitale e dagli adattamenti di design dell'informazione che si rendano conseguentemente necessari.



Uso dei cookies su www.gruppozenit.com

Cosa sono i cookies?

I cookies sono stringhe di testo di piccole dimensioni conservate nel tuo computer quando si visitano determinate pagine su internet.

Per ordinare prodotti su www.gruppozenit.com, è necessario che i cookies siano abilitati. Se non vuoi  accettare i cookies, potrai comunque navigare sul sito e usarlo per finalità di ricerca. Nella  maggior parte dei browser, i cookies sono abilitati, in calce troverai le informazioni necessarie per modificare le impostazioni dei cookies sul tuo browser.

I cookies non sono dannosi per il tuo device. Nei cookies che generiamo, non conserviamo informazioni identificative personali quali ad esempio dettagli sulle carte di credito, ma usiamo informazioni criptate raccolte dagli stessi per migliorare la vostra permanenza sul sito. Per esempio, sono utili per identificare e risolvere errori, oppure per determinare prodotti correlati rilevanti da mostrare al visitatore durante la navigazione.

Ulteriori informazioni sui cookies le trovi sui siti : www.allaboutcookies.org e www.youronlinechoices.eu.

I cookies possono svolgere diverse funzioni, come ad esempio permettervi di navigare fra le varie pagine in modo efficiente, ricordando le vostre preferenze, e in generale possono migliorare la permanenza dell’utente.

Gruppo Zenit si riserva il diritto di utilizzare i cookies, con il consenso dell’utente ove la legge o i regolamenti applicabili così stabiliscano, per facilitare la  navigazione su questo sito e personalizzare le informazioni che appariranno. Gruppo Zenit si riserva inoltre il diritto di usare sistemi simili per raccogliere informazioni sugli utenti del sito, quali ad esempio indirizzo  IP, tipo di browser internet e sistema operativo utilizzato e/o pagine web visitate da un utente, per finalità statistiche o di sicurezza. Gruppo Zenit potrà raccogliere queste informazioni per tracciare l’utilizzo del sito e migliorarne determinati aspetti.

Di seguito vene riportata una breve illustrazione di come Gruppo Zenit utilizza i cookies e strumenti simili.

 

Cookies di navigazione

Questi cookies sono fondamentali per permettervi di muovervi all’interno del sito e per usare le sue funzionalità, quali ad esempio accedere alle aree riservate del sito internet. Senza questi cookies non possono essere forniti i servizi richiesti, come ad esempio il carrello acquisti o l’e-billing.

I cookies strettamente necessari sono utilizzati per memorizzare un identificatore univoco al fine di gestire e identificare l’utente in quanto unico rispetto agli altri utenti che in quel momento stanno visitando il sito, in modo da fornire all’utente un servizio coerente e preciso.

Alcuni esempi comprendono:

• Il ricordo di precedenti azioni (per esempio testo inserito) durante la navigazione a ritroso verso una pagina nella medesima sessione;

• Gestione e passaggio di token di sicurezza a differenti servizi all’interno di un sito internet per identificare lo status del visitatore (per esempio, registrato o non registrato);

• Mantenimento dei token per l’implementazione di aree riservate del sito internet;

• Instradamento dei  clienti verso specifiche versioni/applicazioni di un servizio, come potrebbe rendersi necessario durante una migrazione tecnica.;

 

Performance cookies

Questi cookies posso essere Gruppo Zenit o di partner, di sessione o persistenti, e il loro utilizzo è limitato alla performance e al miglioramento del sito internet.  Questi cookies raccolgono informazioni su come un visitatore usa il sito, quali ad esempio le pagine visitate.  Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l’utente.  Tutte le informazioni raccolte da questi cookies sono aggregate in forma anonima e sono utilizzate solo per migliorare la funzionalità del sito.

 

 

Alcuni esempi comprendono:

• Web Analytics, i dati raccolti sono limitati solamente all’utilizzo del sito internet da parte dell’operatore, per gestire la  performance e la struttura del sito.  Questi cookies possono essere cookies di parte terza, ma le informazioni saranno usate esclusivamente da chi si occupa della pubblicazione del sito internet visitato;

• Gestione degli errori — Misurazione degli errori che si presentano sul sito, solitamente questa funzione supporterà il miglioramento dei servizi o la gestione dei reclami e sarà generalmente strettamente legata all’analitica web;

• Testare differenti strutture delle pagine del sito — Test sulle variazioni della struttura, usando solitamente test  A/B o multivariabili, per assicurare che nelle sessioni correnti e successive venga conservato un aspetto coerente per l’utente del sito.

 

Cookies funzionali

Questi cookies possono essere di Gruppo Zenit o di partner, avere durata di sessione o persistenti. Questi cookies solitamente sono conseguenti ad un’azione dell’utente, ma possono essere implementati anche nella fornitura di un servizio non esplicitamente richiesto ma offerto all’utente. Possono essere utilizzati anche per evitare che si offra di nuovo a quel dato utente un servizio in precedenza offerto e rifiutato. Inoltre, questi  cookies permettono ai sito di ricordare le scelte dell’utente (quali ad esempio nome utente, lingua, paese di origine, etc...).  Le informazioni raccolte da questi cookies sono anonime e non possono tracciare il comportamento dell’utente su altri siti.

Alcuni esempi comprendono:

• ricordare le impostazioni che un utente ha applicato a un sito internet quali ad esempio  layout, dimensione del font, preferenze, colore etc;

• ricordare una scelta di modo che non venga più richiesta la compilazione di un questionario.

• rilevare se un servizio è già stato offerto, quale ad esempio offerta di un tutorial per visite successive del sito internet;

• Fornire informazioni in modo da permettere il funzionamento di un servizio opzionale quale ad esempio l’offerta di una sessione in live chat.

• Adempimento di una richiesta dell’utente quale ad esempio presentazione di un commento.

 

Cookie di terze parti per marketing/retargeting

Questi cookie sono utilizzati da partner di Gruppo Zenit, al fine di presentarti dei banner pubblicitari di Gruppo Zenit quando ti trovi in altri siti, mostrandoti gli ultimi prodotti che hai guardato su www.gruppozenit.com . Mentre navighi su www.gruppozenit.com , questi cookie sono utilizzati anche per mostrarti prodotti che potrebbero interessarti o simili a quelli che hai guardato in precedenza, basandosi sulla tua cronologia di navigazione. L'uso di questi cookie non implica il trattamento di dati personali, ma può permettere la connessione al tuo computer o ad altri dispositivi e rintracciare i dati salvati: questi cookie si connettono al browser installato sul tuo computer o su altri dispositivi utilizzati durante la navigazione sul nostro sito.

 

Come posso disabilitare i cookies?

La maggior parte dei browser accettano i cookies automaticamente, ma potete anche scegliere di non accettarli. Si consiglia di non disabilitare questa funzione, dal momento che ciò potrebbe impedire di muoversi liberamente da una pagina all’altra e di fruire di tutte le peculiarità del sito.

Se non desiderate che il vostro computer riceva e memorizzi cookies, potete modificare le impostazioni di sicurezza del vostro browser (Internet Explorer, Google Chrome, Safari etc.). In ogni caso, si noti che determinate parti del nostro  Sito possono essere utilizzate nella loro pienezza solo se il vostro  browser accetta i cookies; in caso contrario, non sarete in grado di aggiungere prodotti al vostro carrello ed acquistarli (per esempio). Di conseguenza, la vostra scelta di rimuovere e non accettare cookies potrà influenzare negativamente la vostra permanenza sul nostro Sito.

Se desiderate modificare le impostazioni dei vostri cookies, entrando nelle impostazioni dei vari browser, di seguito si riportano brevi istruzioni su come effettuare questa operazione nei quattro browser più diffusi:

Microsoft Internet Explorer

Cliccare l’icona 'Strumenti' nell’angolo in alto a destra e selezionare 'Opzioni internet'. Nella finestra pop up selezionare  'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Google Chrome

Cliccare la chiave inglese nell’angolo  in alto a destra e selezionare  'Impostazioni'. A questo punto selezionare 'Mostra impostazioni avanzate’ (“Under the hood'”) e cambiare le impostazioni della 'Privacy'.

Mozilla Firefox

Dal menu a tendina nell’angolo in alto a sinistra selezionare 'Opzioni'. Nella finestra di pop up selezionare  'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Safari

Dal menu di impostazione a tendina nell’angolo in alto a destra selezionare  'Preferenze'. Selezionare  'Sicurezza' e  qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Per saperne di più riguardo ai cookie e come gestire o disabilitare quelli di terze parti o di marketing/retargeting, visita www.youronlinechoices.com.

Per disabilitare i cookie analitici e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla tua navigazione, puoi scaricare il Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.